IRCCS Fondazione Stella Maris

Trattare i deficit del campo visivo con la stimolazione dei neuroni multisensoriali. Dalla collaborazione decennale tra IRCCS Fondazione Stella Maris, Istituto Scientifico per la Neuropsichiatria dell’Infanzia e dell’Adolescenza di Calambrone (Pisa) e Linari Engineering è stato messo a punto il dispositivo medico AVDESK, capace di sfruttare la plasticità cerebrale con possibilità di far diventare i neuroni multisensoriali visuo-acustici specializzati nella sola risposta visiva. In questo modo il soggetto riuscirà a sviluppare un meccanismo di compenso molto efficace che è quello di muovere gli occhi nella direzione del campo visivo cieco e acquisendo talvolta una visione di tipo inconscio.

“Il progetto sperimentale coinvolge pazienti, adulti o bambini, con lesioni cerebrali  acquisite che determinano un deficit campimetrico totale (emianopsia) o parziale (quadrantopsia) – spiega Francesca Tinelli, responsabile del Laboratorio Visione dell’IRCCS – e sono originate da patologie quali ictus, ischemie cerebrali, traumi o altri disturbi che compromettono la corteccia occipitale del cervello e le radiazioni ottiche. I pazienti perdono la visione di quanto accade intorno a loro, soprattutto in alcune direzioni”.

C O N T A T T A C I

Le informazioni, immagini, descrizioni e quanto altro riportato nel sito relativi a dispositivi medici non sono di natura pubblicitaria ma materiale informativo rivolto esclusivamente a Professionisti dell’area sanitaria. Pertanto proseguendo nella navigazione l’utente dichiara di essere un Professionista dell’area sanitaria. Riferimento: Ministero della Salute – Nuove linee guida della pubblicità sanitaria concernente i dispositivi medici, dispositivi medico-diagnostici in vitro e presidi medico-chirurgici del 28 Marzo 2013; Aggiornamento delle Linee guida in merito all’utilizzo di nuovi mezzi di diffusione della pubblicità sanitaria del 17 Febbraio 2010.